Cambio di stagione e caduta dei capelli: come contrastarla?

Arriva l’autunno e con il cambio di stagione sono sempre di più le donne (e gli uomini) che sperimentano la caduta stagionale dei capelli: le cause possono essere diverse, anche se una delle ipotesi più plausibili resta quella che anche noi essere umani, come alcune specie animali, attraversiamo una fase fisiologica di muta, ovvero di cambiamento e rinnovamento naturale dei capelli.
Altri fattori possono essere lo stress da cambio di stagione (legato anche al cambio del numero di ore di luce e di buio), l’inquinamento atmosferico, un elevato livello di stress psico-fisico (legato a stili di vita particolarmente frenetici) e una scarsa attività motoria; infine, l’inizio dell’autunno porta con sè le conseguenze dell’estate appena conclusa, quindi l’esposizione ai raggi UVsale e cloro, e una sudorazione eccessiva.

Se il fenomeno vi appare particolarmente intenso, è bene fare riferimento a uno specialista, per approfondire l’eventuale esistenza di patologie particolari e trattarle di conseguenza. Viceversa, se si tratta di un fastidio leggero e limitato nel tempo, potete seguire alcuni semplici consigli migliorando la vostra alimentazione e privilegiando alcuni alimenti che vanno a incidere direttamente sulla salute dei vostri capelli.

Come abbiamo già visto in un post di The Hair Voice su alimentazione e capelli (clicca qui per leggerlo), la nostra dieta deve lasciare spazio a vitamine, proteine e oligoelementi, in particolare:
– vitamine del gruppo E (oli vegetali e cereali integrali), che contrastano i radicali liberi, responsabili del deterioramento e della caduta dei capelli;
– vitamine del gruppo B (cereali integrali, piselli e fagiolini, latticini, uova, funghi e broccoli), che stimolano la crescita dei capelli;
– proteine: carni rosse, uova e pesce contengono gli amminoacidi solforati, gli stessi di cui è ricca la cheratina, e altri amminoacidi basici, come taurina e arginina che contribuiscono all’alimentazione dei bulbi piliferi;
– oligoelementi (ferro, rame, zinco, selenio, calcio e manganese, contenuti ad esempio in legumi, frutti di mare, vegetali verdi, latticini e molluschi).

Tra i cibi più autunnali, da mangiare in compagnia, magari davanti a un caminetto acceso, la frutta secca in guscio (come mandorle e noci) è tra gli alimenti più ricchi di ferro, fondamentale per la sintesi dell’emoglobina e l’ossigenazione del sangue che nutre la cute dei capelli e il cuoio capelluto…

Buon appetito!

EM Blog – tag capelli e alimentazione