Capelli a spazzola: un taglio sempre più diffuso (per lui… e per lei)

Rigoroso e glamour. Il taglio a spazzola è perfetto per chi vuole avere i capelli in ordine, ma non intende rinunciare a essere alla moda. Non a caso, da acconciatura prettamente maschile (e da bambino), è diventata una delle più gettonate dell’universo femminile.

Se volete cambiare look e non avete paura delle forbici, è arrivato il momento di provarlo: scoprite qui tutti i suoi segreti!

Il taglio a spazzola

Il taglio a spazzola deriva dal taglio militare, ma, diversamente da questo, non è necessariamente molto corto e/o rasato, bensì può essere anche medio e lungo.

La sua peculiarità è la forma geometrica, squadrata con i bordi arrotondati, che permette di sfoggiare chiome sempre in ordine.

Nella versione “classica”, i capelli sono lunghi davanti e corti dietro, ma le variazioni sul tema sono moltissime.

La più estrema è rappresentata dal taglio Mohawk o taglio alla Moicana, con lati della testa rasati e un ciuffo centrale da lungo a molto lungo, che solitamente viene scolpito con cere e gel per creare una cresta.

Meno drastica, ma ugualmente d’effetto, è la variante Fauxhawk o Faux-Hawk, letteralmente “falso Mohawk”. Inventata dallo stilista Hedi Slimane per David Beckham, è caratterizzata da capelli corti (non rasati) sui lati della testa e da un ciuffo centrale di media lunghezza, che può essere pettinato dritto oppure essere lasciato naturale, rendendo il taglio molto versatile.

Capelli a spazzola

Simile al Mohawk e al Fauxhawk è il cosiddetto Undercut. In questo caso, i capelli sono rasati su entrambi i lati della testa o su uno solo, mentre il ciuffo centrale è largo e può essere corto, medio o lungo.

Cose da sapere per scegliere il taglio di capelli a spazzola

In linea di principio, tutti possono indossare il taglio a spazzola, a patto di scegliere la versione più adatta alla propria fisionomia e al proprio stile. Chi possiede viso minuto, tratti regolari e/o occhi grandi può optare sia per le varianti corte e cortissime che per quelle medie e lunghe, mentre per chi ha un volto con lineamenti molto marcati è consigliabile orientarsi verso quelle meno drastiche.

Per quanto riguarda le acconciature più estreme, è bene sapere che l’opzione “ripensamento” non è contemplata: in questi casi, la forma è molto netta e l’unico modo per tornare indietro è… tagliare tutto. Dunque, a meno di non essere assolutamente convinti, meglio optare per le versioni soft.

Infine, il taglio a spazzola richiede una giusta dose di manutenzione. Le varianti rasate e corte necessitano di poche attività di styling, ma vanno curate per mantenere la lunghezza, mentre quelle lunghe e/o particolari devono essere gestite sia per quanto riguarda la forma, che per ciò che concerne l’acconciatura.

EM Blog – tag tagli capelli