Treccine afro: come si fanno senza rovinare i capelli

Oggi parliamo di treccine afro, un grande classico dell’estate. Quante di voi, soprattutto se in vacanza in una località esotica, hanno ceduto al fascino delle treccine africane e hanno sfoggiato al ritorno una capigliatura stile Alicia Keys?

Realizzare le treccine afro è un procedimento lungo che richiede alcune accortezze, ma non è impossibile.

Vediamo come si fanno le treccine africane e come si curano.

1. Innanzitutto, partite dai capelli puliti, quindi prima di procedere lavate i capelli con uno shampoo delicato che non li stressi. Non deve mancare un balsamo lisciante, ma per non appesantire i capelli diluitelo molto e lasciatelo in posa pochi minuti. Risciacquate abbondantemente in modo che non rimangano residui di alcun genere. 

2. Pettinate i capelli in maniera accurata per togliere i nodi e asciugateli, le treccine infatti vanno fatte solo su capelli asciutti.

3. Dividete poi i capelli in zone uguali, procedendo dal basso. Lavorate su una zona alla volta e cercate di far sì che i bordi delle zone siano ben definiti e per farlo aiutatevi con un pettine.

4. Prendete una ciocca alla volta e procedete con la treccina. Fate attenzione che le ciocche siano tutte dello stesso spessore, in questo modo alla fine il lavoro risulterà accurato ed elegante.

5. Quando arrivate alla fine della treccia, chiudetela con degli elastici piccolini (si trovano in commercio trasparenti o colorati) e se volete personalizzare e impreziosire la vostra capigliatura potete anche aggiungere delle perline.

6. Procedete allo stesso modo per tutta la zona e nelle zone successive, avendo sempre cura di prendere ciocche della stessa dimensione. Il lavoro è lungo e di sicuro bisogna avere pazienza, ma il risultato alla fine ripagherà ogni sforzo.

Come fare treccine

Alcuni accorgimenti

Non fare treccine troppo strette per non stressare e spezzare i capelli, ma neanche troppo larghe, perché si scioglierebbero dopo poco.

Le treccine andrebbero tenute per un paio di mesi al massimo, poi si consiglia di scioglierle per far respirare i capelli ed evitare danni sul lungo periodo.

È consigliato legarle durante la notte, o in una coda bassa oppure si possono racchiudere in un foulard di seta, che evita l’effetto crespo.

Come si lavano le treccine afro?

Le treccine possono essere lavate normalmente con lo shampoo, meglio se diluito. Va utilizzato sia sulla cute, massaggiandolo, che sulle treccine, cercando di fare attenzione a non rovinarle.

Va applicato poi il balsamo, che darà lucentezza e morbidezza alle treccine.

Una particolare attenzione va rivolta all’asciugatura: avvolgete per qualche minuto la treccine in un asciugamano, almeno finché non sarà stata assorbita tutta l’acqua in eccesso e poi procedete ad asciugarle con il phon, a temperatura non elevata.

Per un’asciugatura ultra rapida anche a temperatura media è perfetto G-EVO 4500 HALOGEN ION PLUS, il phon con tecnologia alogena che rinforza i capelli e li rende brillanti grazie agli ioni.

G-Evo 4500 Halogen Ion Plus è un asciugacapelli che presenta al proprio interno una lampada alogena, la cui azione si combina con quelle della resistenza tradizionale. Il calore emesso dalla lampada alogena è molto delicato e ha il vantaggio di migliorare la circolazione e quindi l’ossigenazione del cuoio capelluto. Le radici dei capelli così crescono meglio, più sane e forti: un aiuto fondamentale in un momento di particolare stress come quando ci sono le treccine.

È possibile scegliere tra 6 combinazioni di 2 velocità e 3 temperature, disponibile quindi anche quella media.

EM Blog – Cura dei capelli