Capelli deboli dopo il mare 🌊 Quali sono i rimedi naturali per rinforzarli?TeamClioCAPELLI – ClioMakeUp Blog / Tutto su Trucco, Bellezza e Makeup ;)

COME RINFORZARE I CAPELLI DEBOLI DOPO IL MARE CON I RIMEDI NATURALI?

  1. Per rinforzare i capelli deboli dopo il mare un impacco con olio, miele, uova e aceto di mele è un ottimo alleato, mentre olio di mandorle e burro di karité sono perfetti per i capelli secchi.
  2. L’ortica è l’ingrediente giusto per rigenerare le chiome sfibrate e con cuoio capelluto grasso, al contrario di miele e olio di cocco, nutrienti e rigeneranti.
  3. Olio di cocco e miele sono la scelta perfetta per rigenerare i capelli deboli dopo il mare grazie alla loro azione emolliente e nutriente. 
  4. Gli oli essenziali di Fieno Greco, zenzero e rosmarino possono essere diluiti nello shampoo o usati per un impacco leggero e ricostituente.
  5. L’avocado può essere usato per creare una maschera nutriente e ristrutturante, mentre argilla bianca e olio di semi di lino sono ottimi per i capelli deboli dopo il mare e tendenzialmente grassi.
  6. Un impacco di olio di ricino può ridare nutrimento alle lunghezze e alle punte prima del risciacquo.

cliomakeup-capelli-deboli-dopo-mare-1

Se vi trovate a dover fronteggiare capelli deboli dopo il mare, allora avete bisogno dei migliori rimedi naturali per nutrirli e farli tornare a splendere. Per rinforzare una chioma danneggiata, infatti, è sufficiente realizzare degli impacchi a base di ingredienti naturali e rinforzanti, perfetti per ritrovare l’equilibrio. Molto importante per ritrovare la salute dei capelli deboli dopo il mare, un massaggio al cuoio capelluto è l’ideale per riattivare la microcircolazione del sangue e contrastare l’indebolimento dei capelli e la loro caduta. Dopo il mare, però, è molto utile agire sui capelli deboli e sfibrati in modo mirato attraverso rimedi naturali fai da te come maschere rivitalizzanti e oli nutrienti per punte e lunghezze. Allora ragazze, siete pronte a scoprire come prendervi cura dei capelli deboli dopo il mare attraverso i migliori rimedi della nonna? Continuate a leggere il post!

L’IMPACCO PRE SHAMPOO CON OLIO, MIELE, UOVA E ACETO DI MELE

Per curare i capelli deboli dopo il mare, un’ottima soluzione è realizzare un impacco con olio di oliva, uova, miele e aceto di mele da distribuire sui capelli asciutti e lasciar agire per circa una mezz’ora prima del risciacquo.

cliomakeup-capelli-deboli-dopo-mare-2

Credits: Foto di Pexels | Daria Shevtsova 

Questa combinazione di ingredienti è l’ideale per restituire alla chioma il nutrimento di cui ha bisogno per tornare a splendere: se l’olio, infatti, può idratante e rimpolpare il capello, l’azione antibatterica del miele può favorire una crescita sana.

cliomakeup-capelli-deboli-dopo-mare-3

Credits: Foto di Pexels | Pixabay

Oltre a nutrire e dare vigore ai capelli deboli dopo il mare, l’uovo è invece particolarmente indicato per chi ha bisogno di ritrovare la lucentezza. L’aceto di mele, infine, è perfetto per ristabilire il ph della chioma e contrastare la caduta. 

Woman having hair treatment

Via Pinterest

OLIO DI MANDORLE E BURRO DI KARITÈ PER CAPELLI DEBOLI E SECCHI DOPO IL MARE

Tra le cause più comuni dei capelli deboli dopo il mare c’è sicuramente la secchezza, che rende la chioma più fragile e i capelli più soggetti a caduta. Proprio per questo, è importante restituire nutrimento alla chioma con ingredienti ricchi come olio di mandorle e burro di karitè.

cliomakeup-capelli-deboli-dopo-mare-5

Credits: Foto di Pexels | Dana Tentis

Potete utilizzarli, ad esempio, per creare una maschera da utilizzare dopo lo shampoo e da lasciare in posa per circa 10/15 minuti. In questo modo potrete sfruttare l’acqua calda per aprire le squame del capello e permettere agli ingredienti di penetrare in profondità e agire.

cliomakeup-capelli-deboli-dopo-mare-6

Via Pinterest

Terminate il trattamento risciacquando la vostra maschera per capelli secchi fai da te con acqua tiepida o leggermente fredda in modo da sigillare le cuticole e trattenere idratazione e nutrimento all’interno del capello.

LA MASCHERA ALL’ORTICA PER IL CUOIO CAPELLUTO GRASSO

Combinare l’azione ristrutturante e nutriente dei migliori ingredienti naturali per i capelli deboli dopo il mare con una chioma tendenzialmente grassa è una vera fatica! La soluzione per non appesantire le radici? L’ortica!

cliomakeup-capelli-deboli-dopo-mare-7

Credits: Foto di Pexels | Mareefe

Questa pianta, infatti, è particolarmente indicata per contrastare la caduta dei capelli e l’eccesso di sebo. Iniziate facendo bollire alcune foglie per qualche minuto, poi, frullatele aggiungendo yogurt e del succo di limone. 

cliomakeup-capelli-deboli-dopo-mare-8

Credits: Foto di Unsplash | Konzel Creative

A questo punto, stendete il composto sulla chioma e sul cuoio capelluto in particolare per assicurarvi una miglior ossigenazione e aiutare la rigenerazione dei capelli. 

OLIO DI COCCO E MIELE PER I CAPELLI DEBOLI E SFIBRATI DAL MARE

Se avete bisogno di un’iniezione di nutrimento, l’ingrediente per capelli deboli dopo il mare che fa per voi è l’olio di cocco, ricco di acidi grassi polinsaturi, molto emolliente e per questo perfetto come impacco pre-shampoo. 

cliomakeup-capelli-deboli-dopo-mare-9

Via Pinterest

olio di cocco e miele possono aiutare i capelli deboli dopo il mare

Per creare una maschera ristrutturante, unite del miele e dello yogurt all’olio di cocco (di oliva o di lino) fino a creare un composto facile da spalmare e applicatelo con attenzione su punte e lunghezze.

cliomakeup-capelli-deboli-dopo-mare-10

Credits: Foto di Pexels | Athena 

Dovete fare i conti con i capelli grassi? Aggiungete al composto un cucchiaino di aceto di mele e stendete la vostra maschera evitando assolutamente le radici per non appesantirle.  

Ragazze, non abbiamo ancora finito! Nella prossima pagina scopriremo altri rimedi naturali per i capelli deboli dopo il mare. Continuate a leggere il post!

L’articolo Capelli deboli dopo il mare 🌊 Quali sono i rimedi naturali per rinforzarli? proviene da ClioMakeUp Blog / Tutto su Trucco, Bellezza e Makeup 😉.