Piastre e arricciacapelli: quando e come pulirli? 🤔ClioCAPELLI – ClioMakeUp Blog / Tutto su Trucco, Bellezza e Makeup ;)

PIASTRE E ARRICCIACAPELLI: BISOGNA PULIRLI?

  1. Non tutti sanno che, ogni tanto, bisogna procedere alla pulizia di piastre e arricciacapelli.
  2. Sui dispositivi per l’hair styling si depositano residui di molti prodotti.
  3. Se non si procede con la corretta pulizia, col tempo i device tenderanno a essere meno efficaci.
  4. Anche i migliori arricciacapelli e le piastre più costose perderanno di efficacia.
  5. La pulizia li renderà come nuovi e super performanti.
  6. A volte basta usare solamente un panno con dell’acqua.
  7. In altri casi può essere utile bicarbonato di sodio o acqua ossigenata.
  8. Oltre a piastre e arricciacapelli, bisogna ricordarsi di pulire anche pettini, spazzole e phon.

cliomakeup-Piastre-arricciacapelli-1-copertina

Credits: Foto di Unsplash| Shari Sirotnak

Bellezze, forse alcune di voi lo sapranno ma ce ne sono tante altre che si dimenticano di pulire piastre e arricciacapelli o che proprio non sanno di doverlo fare. Fidatevi, pulire questi device è utilissimo per garantirgli lunga vita e un’efficacia estrema. Vediamo insieme ogni quanto pulirli e soprattutto come fare per averli sempre al top. Bellezze, via col post!

COME PULIRE LE SPAZZOLE PER CAPELLI

Iniziamo da qualcosa di semplice, bellezze, ovvero la pulizia delle spazzole per capelli. Le usiamo sempre e qui si deposita davvero di tutto. In genere notiamo che si riempiono di capelli, talmente tanti che diventano inutilizzabili, ma basta rimuoverli manualmente per liberare le setole. Ma non basta!

cliomakeup-Piastre-arricciacapelli-5-accessori

Credits: Foto di Unsplash| Element5 Digital

E no, bellezze, non basta perché i capelli non sono mai pulitissimi e privi di residui. Usiamo le maschere e i balsami senza risciacquo. Passiamo lungo le chiome degli oli ammorbidenti e i termoprotettori capelli per proteggerli e migliorare anche l’asciugatura.

cliomakeup-Piastre-arricciacapelli-9-spazzole

Credits: Foto di Unsplash| engin akyurt

Li spazzoliamo anche dopo averli appena lavati, quindi rilasceremo residui vari, come sebo, polvere e forfora. Insomma, sulle spazzole per capelli, che siano i magnifici tangle teezer o quelle tonde per lisciarli e fare i boccoli, si deposita davvero di tutto. Siamo proprio sicure di volerle utilizzare quotidianamente senza pulirle accuratamente? Io direi di no, quindi vediamo insieme come pulire per bene!

PIASTRE E ARRICCIACAPELLI, MA ANCHE SPAZZOLE E PHON, VANNO REGOLARMENTE PULITI

Innanzitutto fissiamo una scadenza: bisogna pulire pettini e spazzole una volta al mese. Se sono molto sporche, magari perché si usano molti prodotti senza risciacquo, procedete anche ogni due settimane.

Per quanto riguarda la pulizia in sé, è innanzitutto necessario rimuovere i capelli annidati tra le setole. C’è chi lo fa direttamente con le mani, ma difficilmente riuscirà a pulire del tutto la base. Motivo per cui è utile tagliare la matassa con delle forbici, così i capelli potranno essere rimossi facilmente. Se sono duri, passate la spazzola sotto l’acqua calda: i capelli si ammorbidiranno e sarà più facile toglierli.

cliomakeup-Piastre-arricciacapelli-12-rosa

Credits: Foto di Unsplash| George Bohunicky

Completata questa operazione, dobbiamo togliere la polvere dalle spazzole: è necessario ricorrere a uno spazzolino da denti (vecchio) con il quale spazzoleremo sempre nello stesso verso la superficie del pettine.

cliomakeup-Piastre-arricciacapelli-2-treccia

Credits: Foto di Unsplash| Tamara Bellis

Non è finita qui, bisogna lavare le spazzole. Il modo più semplice è quello di preparare una bacinella con una soluzione di acqua calda e 2 cucchiai di bicarbonato di sodio; volendo si può aggiungere qualche goccia (ne bastano un paio) di tea tree oil, per potenziare l’azione disinfettante. Al posto del bicarbonato si può usare del sapone neutro, come il sapone di Marsiglia.

cliomakeup-Piastre-arricciacapelli-13

Credits: Foto di Unsplash| Adam Winger

Immergere le spazzole nel liquido e lasciarle per un’ora in ammollo. Trascorso il tempo, togliere dall’acqua, spazzolarle con uno spazzolino per togliere altri residui, sciacquarle bene, per poi lasciare asciugare.

NON SOLO PIASTRE E ARRICCIACAPELLI: COME PULIRE IL PHON, IL NOSTRO FEDELE ALLEATO

cliomakeup-Piastre-arricciacapelli-4-phon

Credits: Foto di Unsplash| Element5 Digital

Anche se piastre e arricciacapelli ci permettono di dare definizione alla nostra chioma, tutte noi utilizziamo il phon per velocizzare l’asciugatura. C’è chi non ne riesce a fare a meno e chi invece tenta di usarlo il meno possibile. Sta di fatto che ognuna di noi ne possiede almeno uno e che, ogni tanto, va pulito. Ma come?

cliomakeup-Piastre-arricciacapelli-11-styling

Credits: Foto di Unsplash| Adam Winger

L’asciugacapelli, anche se non entra direttamente in contatto con il cuoio capelluto, necessita di alcune accortezze. Questo, infatti, tende a riempirsi di polvere, che si accumula principalmente su ventola e griglia. Per pulire, basta smontarle, rimuovere la polvere e rimontare il tutto.

cliomakeup-Piastre-arricciacapelli-16

Credits: Foto di Pexels| cottonbro

È davvero molto semplice ed è un’operazione che andrebbe fatta ogni mese, al massimo ogni due. Nel caso in cui la griglia sia difficile da pulire manualmente, servitevi di un vecchio spazzolino da denti da usare leggermente bagnato.

Bellezze, non è finita qui! A pagina 2 finalmente vi svelerò i metodi migliori per pulire arricciacapelli e piastre. Continuate a leggere il post!

L’articolo Piastre e arricciacapelli: quando e come pulirli? 🤔 proviene da ClioMakeUp Blog / Tutto su Trucco, Bellezza e Makeup 😉.